39.328.6486063

Rimasto orfano di padre all’età di due anni, la madre tornò alla nativa Olzai con la famiglia e Carmelo venne affidato alle cure di uno zio materno, il parroco di Ollolai Carlo Nonnis. Qui conosce Giuseppe Biasi, spesso ospite a casa dello zio. Dal 1915 al 1918, arruolato nella Brigata Sassari partecipa alla Prima guerra mondiale combattendo per tre anni sull’altopiano di Asiago e sul Piave e continuando a dipingere. Rientrato in Sardegna, aderisce all’Unione dei Combattenti e al Partito Sardo d’Azione. Con l’amico Mario Delitala, visita e dipinge i paesi della Barbagia. Tra il 1921 e il 1924, partecipa alla I Biennale Nazionale d’Arte a Roma, collabora con “Il giornalino della Domenica” di Vamba ed espone alla Quadriennale di Torino. Su invito dello scultore Francesco Ciusa, insegna disegno alla Scuola di Arti Applicate di Oristano, è di quegli anni un manifesto pubblicitario per la rassegna dei prodotti alimentari sardi in America.